Segni dell'inizio dell’illusione

N.E. Pestov

Professore N.E. Pestov. "Pratica moderna della pietà ortodossa".

L'inizio dell’illusione può essere riconosciuto dai seguenti segni:

1) Eccessiva fiducia in sé stessi, auto-decisionismo, riluttanza a sottomettere la propria volontà a uno starets o padre spirituale e all'autorità della coscienza della chiesa.

2) Focalizzazione su sé stessi - "egocentrismo" o "autoerotismo" - egoismo con mancanza di amore, gentilezza e condiscendenza verso coloro che li circondano (con l'eccezione, forse, dei parenti più stretti).

3) Fissazione della propria attenzione su certi aspetti (pensieri) della sfera spirituale, da cui gli illusi sono principalmente guidati nella vita, trascurando i comandamenti fondamentali del Signore e gli insegnamenti della Chiesa. Allo stesso tempo, questi pensieri possono anche essere presi dalla Sacra Scrittura, ma in isolamento dallo spirito generale del Santo Vangelo. Quindi allontanano gli illusi dalle virtù fondamentali: amore, umiltà, obbedienza e mansuetudine.

Come proteggersi dall’illusione:

  1) È ovvio che il mezzo più radicale è essere in obbedienza a uno starets o padre spirituale, e se impossibilitati di averli, farsi guidare dall'opinione e dal consiglio di quei cristiani che sono progrediti nella sapienza spirituale.

  2) Allo stesso tempo, ciascuno dei cristiani deve studiare le Sacre Scritture e le opere di Santi Padri della Chiesa.

  3) Tutti devono anche stare molto attenti a non avere opinioni che sono in contrasto con la coscienza generale della chiesa.

  4) Bisogna sempre essere sensibili alle opinioni degli amici e di altra gente, essere attenti ai loro giudizi e riflettere attentamente su tutte le proprie divergenze con loro. Dobbiamo ricordare che il Signore spesso ci critica attraverso le labbra dei nostri cari.


Print